Anno di presidenza 2016

«Ogni centesimo conta»

 

Il formaggio del Consiglio federale, per una buona causa

Il Consiglio federale sostiene l’operazione speciale «Ogni centesimo conta», quest’anno dedicata ai minori soli in fuga: il 22 dicembre a Lucerna il presidente della Confederazione Johann Schneider-Ammann ha venduto il formaggio prodotto durante la gita estiva con i suoi colleghi di governo.

 

Regione del Golfo

Il presidente della Confederazione in visita in Kuwait

Il presidente della Confederazione in visita in Kuwait
Il 28 novembre 2016 il presidente della Confederazione Johann N. Schneider-Ammann è stato ricevuto in visita ufficiale dall’Emiro Sabah Al-Ahmad Al-Jaber Al-Sabah, il capo di Stato del Kuwait. Il viaggio del presidente della Confederazione fa parte di un programma di intensi scambi diplomatici nell’anniversario che segna i vent’anni dall’inizio (1996) delle relazioni diplomatiche tra la Svizzera e il Kuwait.

Vertice della Francofonia

Il presidente della Confederazione al Vertice della Francofonia

Il presidente della Confederazione al Vertice della Francofonia
Il 26 e 27 novembre 2016 il Madagascar accoglie nella sua capitale Antananarivo il Vertice della Francofonia, incentrato sul tema della crescita condivisa e dello sviluppo responsabile, nonché sulle condizioni per la stabilità del mondo e dell’area francofona. Il presidente della Confederazione Johann N. Schneider-Ammann rappresenterà la Svizzera al vertice biennale.

Ban Ki-moon a Berna

Il Presidente della Confederazione riceve il Segretario generale dell’ONU per una visita di commiato

Il Presidente della Confederazione riceve il Segretario generale dell’ONU per una visita di commiato
Martedì 4 ottobre il Segretario generale dell’ONU Ban Ki-moon e la consorte Ban Soon-taek hanno effettuato una visita di commiato in Svizzera. Il presidente della Confederazione Johann N. Schneider-Ammann ha ringraziato il Segretario generale dell’ONU uscente per i dieci anni di impegno profuso alla guida dell’Organizzazione mondiale. Durante le discussioni sono state affrontate anche questioni legate alle sfide attuali e alle relazioni fra la Svizzera e l’ONU.

Settimana ad alto livello dell’ONU

“High Level Week” der UNO | Bundespräsident spricht an der 71. Generalversammlung

Il presidente della Confederazione parla alla 71esima Assemblea generale
Oggi il presidente della Confederazione Johann N. Schneider-Ammann ha presentato alla 71esima Assemblea generale dell’ONU gli obiettivi e le priorità della Svizzera. Nel suo discorso ha inoltre sottolineato il ruolo importante svolto da un’economia fiorente per la stabilità e la sicurezza. A New York il presidente della Confederazione parteciperà a vari eventi tra cui una cena organizzata dal presidente degli Stati Uniti Barack Obama.

Svizzera - Unione europea

Svizzera - Unione europea

Incontro a Zurigo
Il 19 settembre a Zurigo il presidente della Confederazione Johann N. Schneider-Ammann e il presidente della Commissione europea Jean-Claude Juncker si sono incontrati per discutere delle relazioni tra la Svizzera e l’Unione europea. Altro tema all’ordine del giorno: l’attuazione dell’articolo 121a della Costituzione federale, relativo alla questione dell’immigrazione.

Cari apprendisti…

Cari apprendisti…

Insieme a migliaia di giovani in tutta la Svizzera anche voi in questi giorni state iniziando il vostro tirocinio. Congratulazioni!

Il primo giorno di lavoro è qualcosa di particolare: siete sicuramente ansiosi di iniziare, ma probabilmente anche un po’ tesi. Qualcuno di voi si sarà anche chiesto se ce la farà ad affrontare questa nuova sfida.

Per quanto mi riguarda, ricordo benissimo il primo giorno della mia carriera professionale. Era nel 1977, quasi quarant’anni fa. È vero che mi ero già guadagnato qualche soldo facendo la guida alpina, ma al momento di iniziare presso la Oerlikon-Bührle ero particolarmente curioso di scoprire cosa mi avrebbe riservato quella tappa della mia vita. Ero più che disposto a fornire buone prestazioni e nutrivo obiettivi ambiziosi: finalmente avrei potuto dimostrare che come ingegnere elettronico non padroneggiavo soltanto la teoria! Il primo giorno, però, è stato piuttosto deludente: niente parole di incoraggiamento né rituali di benvenuto, zero...

Diversi anni dopo, da dirigente della Ammann di Langenthal, non volevo che una cosa simile si ripetesse. E quindi riservavo un’accoglienza particolare agli oltre trenta giovani, tra ragazzi e ragazze, che ogni anno iniziavano il loro tirocinio da noi. Passavo a dare la mano a ognuno di loro sotto gli applausi scroscianti dei famigliari e dei collaboratori presenti.

Anche questa mia lettera, cari giovani, è un applauso e una stretta di mano. Il tirocinio che state iniziando è una grande opportunità: sfruttatela! E ricordatevi che non siete soli, ma che potete contare sul sostegno dei vostri maestri di tirocinio, insegnanti e colleghi, ben lieti di trasmettervi le loro esperienze e conoscenze. Colgo l’occasione, a questo proposito, per ringraziarli sentitamente del loro impegno.

La formazione professionale è un asso nella manica del nostro Paese. È garante di una formazione eccellente e di pochissima disoccupazione giovanile. Mantenerla a questi elevati livelli è un’importante missione politica.

Cari apprendisti: grazie al nostro sistema formativo permeabile, il tirocinio apre tante porte a percorsi di carriera allettanti e stimolanti, e questo anche dopo la prima formazione. Auguro a tutti voi soddisfazione, successo e perseveranza nei momenti difficili. Mettetecela tutta, divertitevi e imparate il vostro futuro mestiere con passione. Il vostro impegno sarà ripagato. Buona fortuna, sono fiero di voi!

Cordiali saluti

Johann N. Schneider-Ammann
Presidente della Confederazione

Lettera aperta al «BLICK» (20 agosto 2016)

Festa federale di lotta svizzera Estavayer 2016

Festa federale di lotta svizzera Estavayer 2016 - Il presidente della Confederazione si congratula con il re della lotta

Il presidente della Confederazione si congratula con il re della lotta
Glarner Matthias è stato proclamato re della lotta svizzera. Domenica il presidente della Confederazione Johann N. Schneider-Ammann, dopo aver assistito ai gironi finali del torneo nella cornice della Festa federale di lotta svizzera e delle tradizioni alpestri a Estavayer-le-Lac, si è congratulato con il vincitore per la sua performance agonistica.

Il presidente della Confederazione riceve i piccoli Svizzeri all’estero

Il presidente della Confederazione riceve i piccoli Svizzeri all’estero

Il 18 agosto 2016 il presidente della Confederazione Johann N. Schneider-Ammann ha ricevuto circa 40 bambini, figli di Svizzeri all’estero. Ha dichiarato che la Svizzera è orgogliosa dei suoi cittadini all’estero. Il presidente ha mostrato la sala del Consiglio federale e ha spiegato l’importanza della democrazia, invitando bambini e giovani a partecipare e a dire la loro, oggi come domani.

Il presidente della Confederazione Schneider-Ammann a colloquio con tre ministri a Brasilia

Il presidente della Confederazione Schneider-Ammann a colloquio con tre ministri a Brasilia

Il presidente della Confederazione Johann N. Schneider-Ammann ha incontrato a Brasilia tre ministri del Governo brasiliano. Nel colloquio con il ministro degli esteri José Serra l’accento è stato posto sulle discussioni in corso relative a un accordo di libero scambio tra gli Stati dell’AELS e del Mercosul. Sono state inoltre affrontate questioni fiscali e relative all’OMC. Per il presidente della Confederazione e per il ministro degli affari esteri brasiliano il colloquio è stato molto costruttivo. Oltre alle discussioni AELS–Mercosul e quelle relative alle questioni OMC anche le relazioni bilaterali saranno intensificate.

Incontro tra il presidente della Confederazione e il presidente colombiano Santos

Incontro tra il presidente della Confederazione e il presidente colombiano Santos

Johann N. Schneider-Ammann è il primo presidente della Confederazione Svizzera ad aver effettuato una visita ufficiale in Colombia. Mercoledì 3 agosto è stato ricevuto a Bogotà dal presidente colombiano Juan Manuel Santos. Al centro dei colloqui vi sono stati la cooperazione economica e il processo di pace. Schneider-Ammann ha affermato che la Svizzera continuerà ad accompagnare e a sostenere la Colombia.

Allocuzione del 1 agosto del presidente della Confederazione Johann N. Schneider-Ammann

Care concittadine, cari concittadini, 

la Svizzera ha molti punti di forza: famiglia e lavoro, umanità e prestazioni d’eccellenza, patria e apertura, tradizione e modernità. Il Politecnico federale di Losanna esprime bene questa molteplicità. Quale scuola universitaria di fama mondiale è un ottimo biglietto da visita per la Svizzera. 

Care concittadine, cari concittadini, Il 1° agosto è il giorno ideale per riflettere sulle opportunità che il nostro Paese ci offre. Oggi ne cito tre: formazione, innovazione e indipendenza. Tutte e tre sono fondamentali per favorire il benessere e le prospettive. 

Dapprima la formazione; sono convinto che sia la base del successo: da noi ogni bambino ha la possibilità di sviluppare le proprie capacità. Grazie a un percorso formativo aperto con apprendistati, scuole universitarie professionali e università ognuno può arrivare lontano. Chi viene formato da noi, gode delle migliori condizioni di partenza. Questo fa della Svizzera il Paese delle opportunità. 

In secondo luogo, l’innovazione: al nostro bel Paese mancano quelle risorse del sottosuolo che fanno la ricchezza di altri Stati. Ma questa mancanza si è rivelata la nostra forza: non ci accontentiamo mai, sviluppiamo sempre cose nuove, sempre migliori. Questo tutela i nostri posti di lavoro. Ringrazio tutti voi per il contributo che date in tal senso! 

In terzo luogo, la nostra indipendenza, che mi sta particolarmente a cuore. Noi vogliamo gestire direttamente i nostri destini. Indipendenza implica però anche apertura e buone relazioni con il mondo intero. Non dobbiamo dimenticare che la Svizzera guadagna un franco su due all’estero. La via bilaterale che ci collega all’UE su un piano di parità va quindi preservata. E l’indipendenza è indissolubilmente legata alla sicurezza. I terribili eccessi di violenza delle ultime settimane e mesi lo dimostrano: dobbiamo rimanere più che mai uniti e difendere la nostra libertà e la nostra sicurezza. Ci impegniamo inoltre al di fuori dell’Europa in campo umanitario e con i buoni uffici. Tutto ciò fa della Svizzera un apprezzato partner di successo e non semplicemente una minuscola macchia sul planisfero. 

Care concittadine, cari concittadini, Un Paese, tre solidi pilastri: formazione, innovazione e indipendenza. È il mio messaggio per il 725º compleanno della Svizzera: il nostro Paese offre a ciascuno di noi opportunità straordinarie.

Riconosciamole con gratitudine. E soprattutto sfruttiamole. Noi tutti.

Voi ed io. Ogni giorno. Così possiamo guardare con fiducia al futuro. 

Vi auguro una buona Festa federale.

Asia-Europe Meeting - Il presidente della Confederazione a Ulan Bator per i 20 anni del Forum Asia-Europa

Asia-Europe Meeting - Il presidente della Confederazione a Ulan Bator per i 20 anni del Forum Asia-Europa

Al termine del suo viaggio in Asia, il presidente della Confederazione Johann N. Schneider-Ammann ha partecipato all’11esimo vertice del Forum Asia-Europa (Asia-Europe Meeting, ASEM) a Ulan Bator, capitale della Mongolia. Il vertice era dedicato ai festeggiamenti per il 20° anniversario dell’ASEM e ha sottolineato il partenariato fra Asia ed Europa e la connettività dei due continenti.

Svizzera-Corea del Sud - Incontro a Seul con la presidente sudcoreana Park

Svizzera-Corea del Sud - Incontro a Seul con la presidente sudcoreana Park

Nell’ambito di una visita ufficiale in Corea del Sud, il 13 luglio il presidente della Confederazione Johann N. Schneider-Ammann si è incontrato con la presidente sudcoreana Park Geun-hye. Nel corso del colloquio è stata espressa soddisfazione per i buoni rapporti bilaterali, che negli ultimi anni si sono peraltro intensificati in numerosi campi, e sono state sondate le opzioni atte a migliorare la cooperazione nei settori della formazione, della ricerca e dell’innovazione.

Svizzera-Singapore - Visita presidenziale nella prospettiva dell'anniversario delle relazioni bilaterali

Svizzera-Singapore - Visita presidenziale nella prospettiva dell'anniversario delle relazioni bilaterali

Martedì 12 luglio il presidente della Confederazione Johann N. Schneider-Ammann è stato ricevuto a Singapore in occasione di una visita che testimonia la stretta collaborazione fra la Svizzera e Singapore e ha luogo nell'imminenza del 50° anniversario delle relazioni bilaterali, che cadrà nel 2017. Il presidente della Confederazione ha avuto fra l'altro colloqui ufficiali con il presidente Tony Tan Keng Yam e con il primo ministro Lee Hsien Loong.

Inaugurazione della nuova galleria del San Gottardo

Il 1° giugno, in occasione delle cerimonie di inaugurazione della nuova galleria ferroviaria del San Gottardo, il Consiglio federale in corpore guidato dal Presidente della Confederazione Johann N. Schneider-Ammann ha ricevuto il Presidente della Repubblica francese François Hollande, la Cancelliera della Germania Angela Merkel, il Capo di Governo del Liechtenstein, Adrian Hasler, il Presidente del Consiglio dei Ministri italiano Matteo Renzi e il Cancelliere dell’Austria Christian Kern.


Il presidente della Confederazione all’OIL

Il presidente della Confederazione Johann N. Schneider-Ammann ha firmato lunedì 30 maggio un accordo di cooperazione allo sviluppo con l’OIL. Nel suo discorso di fronte al plenum, ha esortato ad affrontare le sfide future del mondo del lavoro e a impegnarsi per condizioni quadro propizie alla creazione di posti di lavoro dignitosi.


Il presidente della Confederazione incontra il Papa a Roma

Sabato, il presidente della Confederazione Johann N. Schneider-Ammann ha incontrato il Papa in Vaticano. Le relazioni bilaterali tra Svizzera e Santa sede e la questione dei rifugiati sono due dei temi trattati durante il colloquio con il Sommo Pontefice della Chiesa cattolica e, in seguito, con l’arcivescovo Paul R. Gallagher, ministro degli affari esteri del Vaticano. Il giorno precedente, il presidente della Confederazione ha partecipato al giuramento della Guardia svizzera pontificia.


Visita di Stato in Cina

Il centro di ricerca della Novartis a Shanghai

Lo Swiss Center a Shanghai

Il segretario di partito Han Zheng a Shanghai

Incontro con il presidente cinese Xi Jinping
In occasione della visita di Stato, venerdì 8 aprile Johann N. Schneider-Ammann ha incontrato a Pechino il presidente cinese Xi Jinping. Le parti si sono accordate su un «partenariato strategico innovativo», che conferisce una nuova dimensione e una nuova dinamica alle relazioni svizzero-cinesi.

Il presidente dell’Assemblea nazionale del Popolo Zhang Dejiang

Il Sino Swiss Economic Forum a Pechino

Il ministro del commercio Gao Hucheng

Avvio dei colloqui in Cina del presidente della Confederazione
Il presidente della Confederazione Johann N. Schneider-Ammann è stato invitato dalla Repubblica Popolare Cinese per una visita di Stato. Questo viaggio ha offerto l’opportunità di approfondire le relazioni bilaterali sviluppate con successo nel corso degli ultimi anni. Il presidente della Confederazione e il primo ministro Li Keqiang si sono incontrati giovedì 7 aprile nella Grande Sala del Popolo per dare avvio ai colloqui.


Vertice sulla sicurezza nucleare: Passi per combattere il contrabbando di materiale nucleare

Il presidente della Confederazione Johann N. Schneider-Ammann ha rappresentato la Svizzera al vertice sulla sicurezza nucleare a Washington. L’obiettivo di questa due giorni era far compiere ulteriori passi alla comunità internazionale per combattere il contrabbando di materiale nucleare e il pericolo di un attentato terroristico nucleare. Il «Nuclear Security Summit» 2016 è il quarto vertice di un processo lanciato nel 2010 a Washington dal Presidente degli Stati Uniti Barack Obama e proseguito nel 2012 a Seoul e nel 2014 all’Aia.


Visita del presidente del Parlamento marocchino

Mercoledi 2 marzo il presidente della Confederazione Johann N. Schneider-Ammann ha ricevuto per una visita di cortesia il presidente della Camera dei rappresentanti del Marocco Rachid Talbi Alami. Svizzera e Marocco hanno instaurato relazioni diplomatiche 60 anni fa, immediatamente dopo l’indipendenza del Paese nordafricano. Il presidente del Parlamento Alami si trova in Svizzera per una visita ufficiale su invito della presidente del Consiglio nazionale Christa Markwalder.


Visita presidenziale nella capitale iraniana di Teheran

Il presidente della Confederazione Schneider-Ammann e il presidente iraniano Hassan Rohani hanno convenuto un piano d’azione per consolidare le relazioni bilaterali. Il piano definisce il quadro della futura cooperazione e prevede un regolare scambio politico tra la Svizzera e l’Iran.


Il presidente della Confederazione alla Conferenza di Londra sulla Siria

Il presidente della Confederazione Johann N. Schneider-Ammann ha rappresentato la Svizzera alla Conferenza dei donatori per la Siria svoltasi a Londra il 4 febbraio. Di fronte all’ampiezza delle sfide, la Svizzera quest’anno metterà a disposizione 50 milioni di franchi per le vittime della crisi in Siria. Circa la metà di questo contributo sarà impiegato in Siria, mentre l’altra metà servirà a sostenere le persone interessate nei Paesi limitrofi. Alla Conferenza sulla Siria erano rappresentati a livello di capi di Stato o di Governo una trentina di Paesi. In margine alla Conferenza il presidente della Confederazione si è intrattenuto nel quadro di incontri bilaterali con il Primo ministro dei Paesi Bassi Mark Rutte e con il Primo ministro di Svezia Stefan Löfven.


Il presidente della Confederazione Schneider-Ammann pone la prima pietra di un nuovo sito di produzione biotecnologica

Si è tenuta il 29.01.2016 la cerimonia di posa della prima pietra del nuovo sito di produzione della società Biogen a Luterbach (SO). Il gruppo biotecnologico statunitense investirà più di un miliardo di franchi e creerà circa 400 posti di lavoro. Nel suo intervento inaugurale, il presidente della Confederazione Johann N. Schneider-Ammann ha ringraziato tutte le parti in causa: «Si tratta di un segnale importante per il nostro Paese, che è e rimane una piazza economica forte e attrattiva». Alla luce del franco forte e delle incertezze che aleggiano sulla via bilaterale, è fondamentale che la Svizzera sappia giocare le carte che ha in mano: un mercato del lavoro liberale, la forza del partenariato sociale, il suo eccezionale sistema di formazione duale e di ricerca.


Il presidente della Confederazione in visita a Vienna

Il 28 gennaio il presidente della Confederazione Johann N. Schneider-Ammann ha incontrato il presidente della Repubblica federale austriaca Heinz Fischer e il vicecancelliere nonché ministro della scienza, della ricerca e dell’economia Reinhold Mitterlehner. I colloqui si sono incentrati sulle relazioni bilaterali, sulla politica europea della Svizzera, sulla migrazione e sull’integrazione dei rifugiati.


Colloquio di lavoro con il Presidente della Commissione europea Juncker a Bruxelles

In occasione della sua prima visita all’estero, il 15 gennaio 2016 il Presidente della Confederazione Johann N. Schneider-Ammann ha incontrato il Presidente della Commissione europea Jean-Claude Juncker a Bruxelles. Le consultazioni avviate lo scorso anno sull’accordo di libera circolazione, nonché i negoziati e i colloqui su altre questioni in sospeso si intensificheranno.


Presentazione degli auguri di Buon Anno

Il presidente della Confederazione Johann N. Schneider-Ammann ha ricevuto gli auguri di Buon Anno da parte delle autorità bernesi e del personale del Corpo diplomatico. Come da tradizione, in occasione della cerimonia di presentazione degli auguri di Buon Anno è stato il Nunzio Apostolico, S.E. Mons. Thomas Edward Gullickson, nella sua funzione di Decano del Corpo diplomatico a porgere in un discorso gli auguri a nome di tutto il Corpo diplomatico. Nella sua risposta il presidente della Confederazione ha indicato a grandi linee le priorità politiche della Confederazione per il 2016 e ha porto al personale del Corpo diplomatico e agli Stati che esso rappresenta i migliori auguri da parte del Consiglio federale e della popolazione svizzera.


Allocuzione di Capodanno del Presidente della Confederazione Johann N. Schneider-Ammann




Care concittadine e concittadini,

mi trovo qui, in territorio svizzero, sul Reno, al confine con i nostri Paesi vicini.

Il porto sul Reno e la città di Basilea esprimono virtù tipiche della Svizzera: sovrana, al centro dell’Europa, con un’economia globale connessa con il mondo; capace di concentrare in uno spazio piccolissimo scienza, ricerca ed economia.

Sono virtù importanti, soprattutto adesso in questi tempi difficili.

Quest’anno sono successe alcune cose che fanno vacillare le nostre certezze.  

All’inizio il franco forte ha creato problemi a molte imprese. Poi il terrorismo, i conflitti e la questione dei rifugiati ci hanno mostrato che i rischi possono trasformarsi rapidamente in tragedie.

Per questo è ancora più importante difendere con determinazione la nostra sicurezza e la nostra libertà.

Inoltre, in base alle possibilità che offre il nostro piccolo Stato, abbiamo il dovere umanitario di alleviare le sofferenze di coloro
che fuggono per sopravvivere. Chi trova rifugio da noi deve rispettare le nostre regole.

Care concittadine e concittadini,

in questo momento di tempesta, è bene ricordarsi dei nostri punti di forza. I nostri vantaggi sono eccezionali: nessun Paese è più innovativo e competitivo della Svizzera. Abbiamo un sistema di formazione duale eccellente. Lo Stato non è bloccato dai debiti.

Grazie a tutto ciò, quasi tutti in Svizzera hanno un lavoro e una prospettiva.

Tutto questo è anche merito vostro e del vostro impegno quotidiano, come persone e come cittadini, nella società e nel lavoro.

Abbiamo il privilegio di vivere in una condizione di libertà, sicurezza e benessere. Ma tutto questo non è scontato.

Cosa fare per continuare così?

Dobbiamo agire rapidamente e adottare misure urgenti, anche se impopolari. E dobbiamo fare tutti la nostra parte.

Solo agendo con decisione saremo davvero efficaci.

I nostri compiti principali sono tre:

  • Primo:  dobbiamo garantire la via bilaterale e con essa la nostra sovranità. L’apertura politica ed economica della Svizzera verso il mondo è da sempre una strategia vincente.
  • Secondo:  Le imprese forti sono la miglior garanzia per i posti di lavoro e dunque per la sicurezza e il benessere economico.
    La Svizzera è ancora uno dei Paesi più ricchi del mondo. Affinché rimanga tale dobbiamo garantire condizioni liberali.
    «Tutti insieme, per il lavoro e per il nostro Paese» – questo era ed è il mio motto.
  • Terzo: Ci vuole coraggio per attuare le riforme più urgenti. Penso ad esempio alla previdenza per la vecchiaia,  perché l’AVS ci riguarda tutti, giovani e vecchi.

C’è un’altra cosa importante: dobbiamo essere fiduciosi e non scoraggiarci. Il futuro non è fatto di divieti, ma di idee da realizzare.

Care concittadine e concittadini, la Svizzera è un Paese solido e riuscirà a superare le sfide più difficili grazie alle sue forze.
Ma solo se lavoriamo tutti insieme.

Io mi impegnerò al massimo per trovare le soluzioni giuste nell’interesse del nostro Paese insieme al Consiglio federale,
insieme al Parlamento e insieme a voi.

Auguro di cuore a tutti voi un felice anno nuovo.


Foto ufficiale del Consiglio federale per il 2016

Berna, 01.01.2016 - La foto del Consiglio federale per il 2016 ritrae il collegio all’interno di uno stabilimento industriale. L’idea all’origine della foto è del presidente della Confederazione e capo del Dipartimento dell’economia, della formazione e della ricerca Johann N. Schneider-Ammann, che ha voluto in tal modo sottolineare come uno dei compiti cruciali della politica sia quello di creare le condizioni favorevoli alla preservazione dei posti di lavoro e del benessere. Nell’istantanea, realizzata da Edouard Rieben e Nina Líška Rieben, fanno la loro prima apparizione i due membri neoeletti, il consigliere federale Guy Parmelin e il cancelliere della Confederazione Walter Thurnherr.

La foto del Consiglio federale - con la foto di gruppo su un lato e le foto dei singoli membri sul retro - è stata stampata con una tiratura di 60 000 esemplari. A partire dal 4 gennaio sarà disponibile presso tutti gli sportelli di Palazzo federale e presso il Forum politico della Käfigturm di Berna. La foto del Consiglio federale può anche essere scaricata od ordinata alla pagina www.admin.ch, che fornisce inoltre le informazioni del caso sulla genesi dell'istantanea.


Il 9 dicembre 2015 l’Assemblea federale plenaria ha eletto il consigliere federale Johann N. Schneider-Ammann presidente della Confederazione per l’anno seguente.

È il 98° membro del Consiglio federale a rivestire questa carica dalla nascita del moderno Stato federale. Nel 2016 il Dipartimento federale dell’economia, dell’educazione e della ricerca (DEFR) fungerà da dipartimento presidenziale, ruolo che ha ricoperto per l’ultima volta nel 2010. In occasione della sua elezione a presidente della Confederazione per il 2016 il consigliere federale Schneider-Ammann ha reso note le priorità che intende stabilire nel suo anno di presidenza.

Il suo motto «Tutti insieme, per il lavoro e per il nostro Paese» ne sottolinea l’impegno in favore di un alto tasso di occupazione e dunque di una prospettiva per tutti. Nella sua allocuzione davanti all’Assemblea federale plenaria il capo del DEFR ha evidenziato come il nostro Paese dovrà affrontare grandi sfide e ha dichiarato che si adopererà con tutta la sua energia e il suo entusiasmo affinché le forze siano unite – per preservare il benessere, la sicurezza, la libertà e la sovranità.

Ultima modifica 23.12.2016

Inizio pagina