Rettifica

L’articolo della NZZ su Agroscope non è corretto

Il 21 settembre 2018 la NZZ ha pubblicato un articolo in cui si afferma che il progetto di riorganizzazione della Stazione di ricerca Agroscope sarebbe stato interrotto e che la centralizzazione di Agroscope sarebbe stata annullata. Il titolo e la conclusione dell’articolo non sono corretti.

Ecco invece come stanno le cose.

Il 9 marzo 2018 il Dipartimento federale dell’economia, della formazione e della ricerca (DEFR) aveva illustrato lo stato dei lavori in vista del riposizionamento della Stazione di ricerca Agroscope nel quadro delle riforme strutturali della Confederazione.

Nella sessione estiva il Consiglio nazionale e il Consiglio degli Stati hanno chiesto di sospenderne l’attuazione fino a quando non fossero stati disponibili i risultati di un’analisi approfondita.

Attualmente il DEFR sta vagliando i pro e i contro di diverse opzioni e ne sta discutendo con le cerchie interessate. A tal fine è stata intensificata la collaborazione, già avviata in primavera, con i rappresentanti di tali cerchie, dei Cantoni coinvolti e dei settori interessati. L’obiettivo del dialogo è mettere a fuoco le necessità, le esigenze e le opportunità di un riposizionamento di Agroscope.

Ciò creerà le basi per prendere decisioni ottimali sul futuro di Agroscope e in grado di raccogliere il consenso della maggioranza. Finché non sarà stato portato a termine questo processo non verrà presa alcuna decisione sul riposizionamento.

Fino a nuovo ordine non verranno forniti ulteriori dettagli o informazioni in merito.

Ultima modifica 21.09.2018

Inizio pagina

Contatto

Servizio della comunicazione SG-DEFR

Palazzo federale est
3003 Berna
Svizzera

Tel.
+41584622007

E-Mail

Stampare contatto

https://www.wbf.admin.ch/content/wbf/it/home/dokumentation/corrigendum.html