Il tasso di disoccupazione resta basso nonostante la situazione difficile

Franco forte e calo della crescita: l’economia svizzera si trova di fronte a grandi sfide. Tuttavia, con una media del 3,3 %, nel 2015 il tasso di disoccupazione ha fatto registrare solo un lieve incremento.

Nel 2015 le persone in cerca d’impiego erano in media 200 000, di cui 143 000 iscritte presso un ufficio regionale di collocamento (URC). Con un aumento di 0,1 punti percentuali il tasso medio di disoccupazione si è così stabilizzato al 3,3%.

Dal 2011 il tasso di disoccupazione giovanile è rimasto praticamente invariato e nel 2015, con un aumento di 0,1 punti percentuali, ha raggiunto il 3,3 %. Il tasso di disoccupazione degli over 50 (2,9 %) è invece al di sotto della media nazionale e, seppure in aumento dal 2013, non ha comunque raggiunto il 3,1 % del 2009. Per il 2016 la Segreteria di Stato dell’economia (SECO) si aspetta un tasso di disoccupazione medio del 3,6 %.

Il forte apprezzamento del franco rispetto all’euro sta mettendo a dura prova l’industria, soprattutto quella esportatrice, ed è una delle cause dell’aumento del numero di disoccupati, contribuendo ad accentuare il calo generale della crescita economica.

È dunque importante adottare misure adeguate affinché il maggior numero di persone possa trovare un lavoro e per dare man forte alle imprese. Con la liberalizzazione degli orari di apertura dei negozi, per citare un solo esempio, il Consiglio federale sostiene il commercio al minuto, minacciato dal turismo degli acquisti. Infine, l’iniziativa sul personale qualificato mira a sfruttare meglio il potenziale di manodopera locale e a mantenere basso il tasso di disoccupazione.

Ultima modifica 14.10.2016

Inizio pagina

Contatto

Servizio della comunicazione SG-DEFR

Palazzo federale est
3003 Berna
Svizzera

Tel.
+41584622007

E-Mail

Stampare contatto

https://www.wbf.admin.ch/content/wbf/it/home/themen/arbeitsplaetze/arbeitsmarkt.html